CHIRURGIA ESTETICA VISO

BLEFAROPLASTICA:

La blefaroplastica è un intervento di correzione dell’eccesso cutaneo e delle borse adipose che interessano tanto le palpebre superiori che quelle inferiori.

Generalmente l’intervento di chirurgia delle palpebre (blefaroplastica) è la procedura che lascia il paziente maggiormente soddisfatto, poiché il viso ne risulta estremamente ringiovanito e lo sguardo rinfrescato, pur senza alterarne il taglio (a meno che non venga 

richiesto!). Tuttavia l’intervento non permette di eliminare le rughe sull’esterno dell’occhio (zampe di gallina), anche se queste possono essere migliorate ed apparire meno evidenti grazie alla distensione della pelle ottenuta. Anche le discromie presenti soprattutto sulla cute della palpebra inferiore (cerchi scuri o bluastri) difficilmente vengono migliorate dall’intervento.

BLEFAROPLASTICA

L'intervento di blefaroplastica può essere eseguito sia in anestesia locale, con l’aggiunta di una sedazione (eseguita da un’anestesista) in caso di contemporanea blefaroplastica superiore e inferiore.

Le linee di incisione cadono nei solchi delle palpebre o pochi millimetri al di sotto delle ciglia rimanendo quasi impercettibili già poco tempo dopo la rimozione dei punti (il 5°-7° giorno).

In alcuni casi di persone giovani con problema limitato alle borse palpebrali inferiori, è possibile realizzare una piccola incisione all’interno della palpebra sulla congiuntiva asportando per questa via il grasso in eccesso (blefaroplastica transcongiuntivale) evitando qualsiasi cicatrice visibile ma non potendo ridistribuire la cute palpebrale circostante. Gonfiore e piccoli lividi scompaiono solitamente entro una settimana, mentre il risultato definitivo si ottiene nell’arco di qualche mese. Il make-up può essere applicato 2/3 giorni dopo la guarigione, consentendo un re-inserimento rapido nelle normali attività.

Nel periodo preoperatorio si richiedono esami del sangue, elettrocardiogramma e, solo in casi selezionati, una radiografia del torace.

Una volta effettuati tutti gli esami prescritti, il/la paziente incontrerà l’anestesista che valuterà l’idoneità all’intervento.

Si consiglia, per almeno quindici giorni prima della procedura, di non assumere farmaci che contengano acido acetilsalicilico (Aspirina), così come gli antinfiammatori e di sospendere il fumo di sigaretta, quest’ultimo responsabile di un’alterata cicatrizzazione.

LIFTING E MINILIFTING DEL VISO:

lifting viso

Il lifting del viso è un intervento che permette di ottenere un ringiovanimento del volto, senza alterarne la fisionomia, l’obiettivo è di “rinfrescare” un ovale segnato dall’invecchiamento, dall’eccessiva e ripetuta esposizione al sole, da forti dimagrimenti. Attraverso tale procedura, vengono riposizionate correttamente le strutture anatomiche del viso, che sono andate incontro ad un cedimento, rimuovendo la pelle in eccesso e ricollocando le strutture sottostanti. Il lifting permette di trattare il solo viso o, se necessario, si estende fino al collo.

Le cicatrici risultano nascoste attorno al padiglione auricolare o nel cuoio capelluto.

L’intervento viene effettuato in anestesia generale ed ha una durata di circa 3 ore. Alla fine dell'intervento, viene applicato un abbondante morbido bendaggio compressivo in modo da mantenere una moderata compressione su tutta l’area dell'intervento. Ciò viene eseguito al fine di ottenere una riduzione dell'edema (gonfiore) e, inoltre, per proteggere le ferite chirurgiche. I punti di sutura sono rimossi dopo 7 giorni ma l’edema e le ecchimosi permangono per circa 15 giorni.

LIPOFILLING

Il Lipofilling è il trasferimento del proprio tessuto adiposo per il ripristino dei volumi. Il lipofilling del viso e del corpo è un metodo naturale sicuro e non allergenico per ridisegnare il viso ed il corpo e può dare maggior definizione agli zigomi, guance, mento ed ad alcune zone corporee come fianchi e glutei. Il lipofilling può anche correggere difetti post-traumatici o post-chirurgici.

La perdita di volume di alcune zone del viso come la regione degli zigomi, delle guance possono essere segni dell’invecchiamento come esiti di un eccessivo dimagrimento.

Queste depressioni possono essere integrate nel modo più naturale e sicuro utilizzando il trasferimento del proprio grasso.

La metodica è veloce e sicura e viene eseguita in anestesia locale con sedazione e prevede il prelievo di tessuto adiposo dalle aree con presenza di tessuto adiposo e successivo reimpianto nelle zone deficitarie.

Parte del tessuto adiposo impiantato (circa il 50-60%) andrà incontro ad un fisiologico ed inevitabile riassorbimento e, pertanto, potrebbe essere necessario effettuare un ulteriore trattamento di touch-up.

Il/la paziente tornerà rapidamente alla propria quotidianità. Ecchimosi ed edema (gonfiore) potranno riassorbirsi in circa 7-10 giorni.

lipofilling
Share by: